Visualizzazioni totali

martedì 13 maggio 2014

CANON EX AUTO QL (1972)

Il sistema reflex EX di CANON risale al 1969, con l'intento di fornire alla clientela amatoriale un prodotto meno complesso da usare rispetto ai prodotti di fascia professionale.
Il risultato fu, anche in questo caso, una reflex di assoluta eccellenza, caratterizzata dalla robustezza della costruzione e dall'assoluta qualità delle ottiche.
 
Il sistema EX, prevedeva un sistema di obiettivi dedicati specificamente al corpo macchina e che, similmente a quanto avveniva per le Zeiss Contaflex di qualche anno addietro, non era interamente rimovibile ma solo la parte finale dell'obiettivo, cioè quella comprendente la lente, poteva essere svitata e intercambiata con lenti di diversa focale.  
 
 
Sempre per facilitare e velocizzare l'utilizzo della macchina, vi era poi il rivoluzionario sistema di caricamento rapido della pellicola denominato "QL" ossia Quick Loading (Caricamento Rapido) che rende veramente un gioco da ragazzi caricare e riavvolgere la pellicola.
 
 Questa, in sintesi, la dotazione tecnica:
- Obiettivo Canon EX con focale di 50mm
- Diaframma a iride con aperture da f/1.8 a f/16
- Tempi di scatto da 1/8sec. a 1/1.500sec e posa B
- Esposimetro con lettura di tipo TTL e sensibilità ISO 25-800
- Autoscatto
- Slitta per flash esterno con contatto caldo
- Sistema di caricamento rapido "Canon QL"
 
 
Da notare che questa fotocamera è completamente manuale (messa a fuoco, settaggio dei tempi e apertura diaframma), e per funzionare è assolutamente indipendente dalle batterie (solo l'esposimetro richiede una comunissima pila alkalina V625 reperibile a meno di 1 euro). 
 
Si tratta, dunque, di un ottima scelta sia per il collezionista più raffinato (data la sua rarità) che per l'amatore esperto, che non ha mai smesso di scattare a pellicola nonostante l'incedere della tecnologia digitale.