Visualizzazioni totali

mercoledì 23 ottobre 2013

MINOLTA XG-1 (1979)

MINOLTA è stato uno dei costruttori di fotocamere più antichi del Sol Levante e uno dei nomi eccellenti della fotografia. La precisione della meccanica, la qualità dei materiali e degli assemblaggi e l'eccellenza delle ottiche Minolta-Rokkor hanno sempre rappresentano un punto di riferimento per l'intera concorrenza, giapponese ed europea.
 
Prodotta dal 1979, la MINOLTA XG-1 appartiene al "nuovo corso" tecnologico inaugurato da Minolta sul finire degli anni '70.
Si trattava di una nuova generazione di modelli reflex caratterizzati da un corpo particolarmente compatto, otturatori a controllo elettronico e impostazioni semi-automatiche accanto a quella consueta completamente manuale.
 
 
In particolare, al fine di limitare al massimo il consumo delle batterie, queste fotocamere erano dotate del sistema "Touch Switch" per cui, una volta accesa, la fotocamera restava in "Stand-by" finchè non si sfiorava leggermente il pulsante di scatto e solo allora venivano pienamente attivate tutte le funzioni.  
 
La MINOLTA XG-1 è una reflex dalla linea ancora molto gradevole, a dispetto dei suoi oltre 30 anni, ma al di là dell'estetica, si tratta di un modello di grande sostanza poichè è in grado di funzionare sia in modalità completamente manuale (l'utente decide tempi e diaframmi) sia in modalità semi-automatica a priorità di diaframmi. In quest'ultimo caso l'utente seleziona l'apertura diaframma e la macchina sceglie il tempo di scatto più opportuno.
 
 
L'utilizzo della macchina è facilitato da una serie di indicatori a led visibili nel mirino: una scala dei tempi con indicazione del valore impostato e di quello suggerito dall'esposimetro, del segnale di pronto flash e di test delle pile. 
 
La dotazione tecnica è ancora oggi di tutto rispetto:
- Obiettivo Minolta MD con focale 50mm
- Diaframma a iride con aperture da f/2 a f/22
- Otturatore sul piano focale controllato elettronicamente, con tendine in tessuto a scorrimento orizzontale e tempi di scatto da 1sec. a 1/1.000sec più la posa B
- Esposimetro con lettura di tipo TTL e sensibilità ISO da  12-6400
- Selettore di compensazione dell'esposizione con intervallo +/- 2EV
- Autoscatto elettronico con ritardo di 10 secondi, disinseribile manualmente
- Baionetta di tipo Minolta MD
- Alimentazione con due pile LR44 o SR44 (costo 1 euro cad.)
 
Questo modello, grazie alla sua qualità e versatilità, rappresenta una valida scelta sia per l'amatore esperto che per lo studente di fotografia (che necessitano di una completa manualità) ma anche per chi voglia avvicinarsi per la prima volta al mondo delle reflex analogiche, grazie alla modalità semi-automatica che rende la fotocamera semplice da usare come una compattina digitale.
 
Per ulteriori info ed esempi eloquenti di foto scattate con questo modello, visitate i seguenti links:
http://blog.jimgrey.net/2013/07/19/minolta-xg-1/
http://www.flickr.com/photos/stitch/sets/72157600280529237/

Nessun commento:

Posta un commento