Visualizzazioni totali

venerdì 23 marzo 2012

KONICA AUTO S2 (1965)

Nei primi anni '60 quasi tutti i costruttori giapponesi introdussero macchine pensate con una filosofia tutta nuova. Canon, Minolta, Konica ecc. offrivano per la prima volta all'utente una gestione dei tempi di scatto e del diaframma completamente automatizzata. 
 
Per la prima volta anche un principiante avrebbe potuto godere della qualità tecnica ed ottica prima riservata solo agli utenti più esperti. Iniziava, così l'era delle "35mm automatiche"!
 
Al suo debutto, nel 1965, la KONICA AUTO S2 era una macchina modernissima e completa quanto a dotazione tecnica.
 
Imponente nelle dimensioni e nel peso (simili a una reflex) questa macchina lasciava subito intuire le sue ambizioni di "fascia alta del mercato" e, a differenza della maggior parte delle sue concorrenti, poteva funzionare sia in modalità completamente manuale che semi-automatica a priorità di tempi.
 
In pratica, si poteva usare la macchina settando liberamente tutte le impostazioni  oppure scegliere semplicemente il tempo di scatto desiderato e la macchina avrebbe scelto da sola l'apertura diaframma ritenuta più opportuna in base alla lettura fornita dall'esposimetro.
 
Il capolavoro era completato da un'ottica luminosa (f/1.8) formata di ben sei elementi, otturatore veloce (1/500sec.) e telemetro per la messa a fuoco.
Queste le principali caratteristiche tecniche:
- Obiettivo con lente KONICA "Hexanon" in sei elementi e quattro gruppi con focale di 45mm
- Diaframma a iride con aperture da f/1.8 e f/16
- Otturatore centrale lamellare "Copal SVA" con tempi di scatto da 1sec. a 1/500 sec. e posa B.
- Messa a fuoco impeccabile mediante telemetro
- Esposimetro di nuova concezione con cellula CDS
- Autoscatto
- Slitta e contatto di sincronizzazione per flash esterno
- Possibilità di comando a distanza dell'otturatore mediante cavetto flessibile
 
Come si vede, la dotazione tecnica, dopo ben 45 anni, è ancora di tutto rispetto e
la qualità dei risultati è garantita dalle eccellenti ottiche Konica.
 
Ciò che è più importante, questo modello non necessita di batteria per poter funzionare. La batteria aziona solo la cellula dell'esposimetro e la modalità semi-automatica ma anche in assenza di batteria la macchina può funzionere pienamente in modalità completamente manuale. 
 

1 commento:

  1. Bravo, non mollare ! La pellicola da una sensazione diversa, e soprattutto, ti porta a riflettere

    RispondiElimina