Visualizzazioni totali

giovedì 3 novembre 2011

POLAROID 500 (1977)

Il marchio Polaroid è legato ad un rivoluzionario processo chimico sperimentato nel 1929 dal Dr. Edwin Land e che impiegava un supporto che conteneva già al suo interno i reagenti chimici necessari per lo sviluppo dell'immagine. Nel 1947 nacque la prima fotocamera Polaroid, mediante la quale si potevano ottenere fotografie in pochi secondi dopo lo scatto.
Per la sua facilità di utilizzo, il sistema Polaroid riscosse un enorme successo, anche se la qualità di stampa non raggiunse mai il livello della stampa fotografica tradizionale. Le stampe avevano il difetto di soffrire molto l'invecchiamento e l'esposizione alla luce tanto che, in alcuni casi, già dopo pochi anni di normale conservazione, le immagini risultavano sbiadite e fortemente virate verso il blu. 
Nonostante tutto, proprio le caratteristiche dominanti di colore e la vignettatura causata dalla scarsa qualità delle lenti in plastica fecero delle macchine Polaroid un formidabile strumento di espressione artistica... insomma, una antesignana della odierna lomografia.
La pellicola di maggiore successo Prodotta da Polaroid fu la SX70 (oggi denominata PX70) che forniva immagini di formato quadrato 8x8cm ma soprattutto caratterizzate da colori saturi e che conferiva alle foto quasi l'aspetto di un dipinto a olio. Inoltre, questa pellicola si prestava bene anche per successive manipolazioni che rendevano ogni scatto una vera e propria opera d'arte.
Inutile dire che i modelli di fotocamere che la utilizzano sono oggi tra i più ricercati in assoluto sul mercato!
La POLAROID 500 del 1977 è stata uno dei modelli di maggiore successo della storia del marchio. Essa impiagava la famosa pellicola denominata SX-70, che è unanimemente considerata la più "artistica" e che, per la sua ricchezza cromatica, fu utilizzata anche da nomi famosi della fotografia: colori particolarmente saturi e una evidente vignetatura dei bordi fanno di ogni foto una autentica opera d'arte!
Tecnicamente, si tratta di uno dei modelli più semplici mai realizzati, ma che era comunque dotata di un esposimetro di tipo cds, di cursore per la regolazione della luminosità e di un contatto per l'uso dei flash.
Questa fotocamera realizza foto a colori di formato quadrato con dimensioni 8x8cm ed impiega cartucce di tipo "Polaroid SX-70" che incorporano al loro interno le batterie di alimentazione della macchina.
 
Le pellicole per questo modello sono ampiamente reperibili, sia in internet che nei negozi di articoli fotografici, per cui basta chiedere "pellicola PX70 per Polaroid".
Per ulteriori info ed esempi di foto scattate con questo modello visitate i seguenti link:
http://www.collection-appareils.fr/polaroid/html/polaroid_500.php
http://www.youtube.com/watch?v=BocTEVDli_Y

Nessun commento:

Posta un commento