Visualizzazioni totali

sabato 5 novembre 2011

OLYMPUS AZ-200 SUPERZOOM (1989)

Olympus è uno dei marchi eccellenti della fotografia e, da sempre, il principale fautore del concetto di compattezza applicata alla fotografia. Questa filosofia ha prodotto una lunga serie di fotocamere divenute veri oggetti di culto: dalle mitiche Trip e Pen degli anni '60 alle 35SP, RC, ECR, ED degli anni '70; dalla ultracompatta XA degli anni '80 alle Miù degli anni '90 per continuare con le odierne Miù e Pen digitali.
La "AZ-200 Superzoom" del 1989 era una 35mm compatta di fascia alta in quanto dotata del meglio della tecnica racchiuso in un corpo moderno e dalla forma ergonomica che consentiva una impugnatura piacevole e sicura. 
Oltre all'efficace e rapido sistema di autofocus, questa macchina offriva una versatile ottica zoom con capacità di variare la focale da un grandangolo 38mm fino a un medio-tele di 80mm. Tutto questo si accompagnava ad una meccanica silenziosissima e a un sistema esposimetrico raffinato e in grado di garantire foto sempre impeccabili.
Per il resto, la "AZ-200 Superzoom" è, come tutte le Olympus, una macchina semplicissima da utilizzare anche per chi non ha nessuna esperienza in campo fotografico: tutto è automatizzato, dall'avanzamento e riavvolgimento della pellicola motorizzato alla scelta dei tempi di scatto, alla messa a fuoco fino al flash che si aziona automaticamente quando le condizioni di luce lo richiedono.
All'utente non resta che concentrarsi sull'inquadratura, azionando opportunamente lo zoom... il risultato è sempre di assoluta qualità. 
La dotazione tecnica include:
- Obiettivo Olympus con zoom 38-80mm composto di ben 7 elementi in 7 gruppi con apertura massima f/4.5
- Autofocus con capacità di messa a fuoco già da 60cm e possibilità di blocco della messa a fuoco
- Otturatore elettronico con tempi di scatto da 1sec. a 1/500sec.
- Mirino che fornisce una immagine variabile in tempo reale a seconda dello zoom utilizzato
- Esposimetro con sensibilità ISO da 50 a 3200
- Flash integrato con funzione di prevenzione dell'effetto "occhi rossi" e ad intensità variabile a seconda delle condizioni di luce
- Autoscatto
- Caricamento, avanzamento e riavvolgimento della pellicola motorizzato.
 

Nessun commento:

Posta un commento