Visualizzazioni totali

domenica 6 novembre 2011

KODAK No.2 AUTOGRAPHIC BROWNIE (1915)

La Kodak "No.2 Folding Autographic Brownie" è figlia di un'epoca, alla vigilia della Prima Guerra Mondiale, in cui gli Stati Uniti erano un isola felice e le famiglie americane erano ancora abbastanza serene da dedicarsi alla fotografia. 
A quel tempo le macchine a soffietto furoreggiavano e il medio e grande formato erano lo standard in campo fotografico... il 35mm era ancora lontano da venire!
A inizio '900, le macchine più diffuse erano gli ingombranti modelli a lastre o le poco prestanti box mentre le "Folding Pocket" ossia "tascabili a soffietto" di Kodak erano una vera innovazione, tali da stare nella tasca di un giaccone e poter essere utilizzate in pochi secondi, all'occorrenza. 
In piena era del bianco e nero e del cinema muto, questi modelli medio formato 120 d'olteoceano rivelano una cura costruttiva da tempo abbandoinata dall'industria fotografica. 
La "No.2 Folding Autographic Brownie" è una folding di prima generazione, ossia il soffietto non è auto-estensibile ma viene fatto scorrere manualmente dall'utente lungo un binario.
Anche la messa a fuoco non avviene girando la lente, come accade comunemente, bensì facendo scorrere il soffietto lungo una slitta che contiene una scala di valori a seconda della distanza del soggetto da fotografare.
Un'altra particolarità riguarda il fatto che la lente non è a vista ma è nascosta e protetta dietro l'otturatore e si mostra solo al momento dello scatto.
Queste le principali caratteristiche tecniche:
- Obiettivo con lente Kodak a menisco dislocata dietro le lamelle del diaframma e dell'otturatore
- Diaframma con 4 differenti aperture contraddistinte con numeri da 1 a 4 anzichè in f/stop
- Otturatore lamellare "Kodak Ball Bearing" con tempi di scatto di 1/25sec, 1/50sec. B e T
- Inquadratura mediante mirino a riflessione, reversibile in posizione verticale/orizzontale
- Messa a fuoco su scala metrica mediante mediante scorrimento del carrello portaottica su due guide metalliche, regolabile con un cursore
- Doppia predisposizione (orizzontale verticale) per il fissaggio su cavalletto
La macchina impiega pellicole formato 120, ancora ampiamente reperibili, e realizza negativi di formato 6x9cm. 
Un'altra particolarità è data dalla funzione "Autographic" brevettata da kodak a suo tempo. Essa consiste nella possibilità di fare annotazioni (data, dedica, ecc.) sul retro della pellicola che compariranno sulla foto una volta stampata. Per fare ciò la macchina è provvista di un apposito sportellino sul dorso e di un pennino a punta metallico per scrivere sulla pellicola.
Per ulteriori info visitate:
http://www.camerapedia.org/wiki/Kodak_No._2_Folding_Autographic_Brownie
http://www.collection-appareils.fr/kodak/html/2_folding_autographic_brownie.php

Nessun commento:

Posta un commento