Visualizzazioni totali

sabato 5 novembre 2011

AGFA SOLINETTE II (1952)

Nel campo della fotografia, gli anni '40 e '50 furono dominati dalle fotocamere a soffietto per il medio formato ma l'affermarsi della pellicola 35mm consentì anche lo sviluppo di modelli completamente nuovi.
Per diversi anni, prima che si passasse alla struttura a corpo rigido, lo schema tecnico e lo stile delle nuove 35mm restò fedele a quello delle già collaudate soffietto orizzontali 6x6 ma con dimensioni drasticamente ridotte fino a raggiungere una perfetta "tascabilità". Gioielli come le Kodak Retina, le Voigtlander Vito, le Zeiss Contessa e Ikonta 35 sono ormai pietre miliari nella storia della fotografia!
Agfa, che era stata pioniera del 35mm con le Karat fin dagli anni '30, sembrò un po' indugiare nel lancio di un nuovo modello, forse appagata dal successo planetario delle Isolette 6x6, ma all'inizio degli anni '50 presentò finalmente la "Solinette".     
Dotata di un solido corpo in metallo, la Solinette II fu prodotta per soli 3 anni (1952-55) prima che si passasse definitivamente ai modelli Silette a corpo rigido.
Com'era tipico della tradizione tedesca, si trattava di una macchina completamente meccanica e manuale, equipaggiata con componentistica (otturatori e ottiche) di alto livello:
- Obiettivo con lente AGFA "Apotar" con focale di 50mm
- Diaframma a iride fra i due gruppi ottici dell’obiettivo, con valori da f/3.5 a f/16
- Otturatore centrale lamellare "Prontor SV" prodotto dalla F. Deckel, con ben 8 tempi di scatto da 1sec. a 1/300sec. più la posa B
- Inquadratura con mirino galileiano
- Messa a fuoco su scala metrica, mediante lo scorrimento a vite dell’intero obiettivo. Il movimento avviene ruotando una ghiera posta alla base del corpo obiettivo
- Autoscatto
- Slitta e contatto di sincronizzazione per il flash
- Predisposizione per il comando dello scatto a distanza, mediante cavetto flessibile
Oltre ad essere un modello di sicuro impatto visivo, si tratta di una macchina non molto comune (visto il breve periodo in cui fu prodotta) e soprattutto in grado di regalarvi foto di assoluta qualità, sia per il contrasto che per la brillantezza dei colori. Inoltre, questa macchina impiega le comuni pellicole 35mm, reperibili ovunque con facilità e a basso costo.
Per ulteriori informazioni ed esempi di foto scattate con questo mito di casa kodak visitate i seguenti link:
http://www.rolandandcaroline.co.uk/solinetteii.html
http://www.wa.commufa.jp/~xylocopa/cc/solinette.html

Nessun commento:

Posta un commento