Visualizzazioni totali

domenica 6 novembre 2011

AGFA CLIPPER PD16 (1938)

Il costruttore tedesco Agfa è uno dei più antichi e gloriosi nomi della fotografia, con una produzione di centinaia di modelli e spesso pioniere nel campo dello dello stile e della tecnica. A titolo di esempio, si pensi al modello "Trolix" realizzato in un materiale, denominato "Trolitan" e antenato della plastica e della bakelite; oppure alla reflex biottica "Flexilette" o al sistema "Rapid" di caricamento della pellicola, introdotto già negli anni '30 sulle agfa Karat. 
AGFA fu anche uno dei pochi costruttori europei a stringere alleanza con i colossi americani della fotografia: la collaborazione con la ANSCO fu una occasione per sviluppare modelli mai visti in Europa e per esportarne altri destinati inizialmente solo al mercato interno. 
Prodotta a partire dal 1938 la "Clipper PD16" era un modello studiato per l'impiego della pellicola in rulli di formato 116. Molto popolare negli USA ma poco diffusa qui in Europa per il suo costo, che la rendeva ideale soprattutto per esigenze di tipo professionale. Per questo motivo, si tratta di un modello estremamente raro da trovare nella sua denominazione originale (AGFA) e molto più comune negli USA, dove veniva venduta come ANSCO Clipper.
Il modello del presente annuncio appartiene alla primissima serie prodotta, caratterizzata dal mirino a traguardo ripiegabile, mentre le versioni successive erano dotate di un più ortodosso mirino galileiano. Questa prima serie, seppure tecnicamente più semplice, rappresenta anche la più rara a trovarsi e la più ricercata dai collezionisti.
L'aspetto più originale è sicuramente la mancanza del soffietto, sostituito da un tubo estensibile a sezione quadra su cui è montato il corpo obiettivo e che è interamente collassabile nel corpo macchina quando la fotocamera non è in uso.
Infine, la levetta che aziona lo scatto è collocata a lato in posizione "nascosta" dietro la piastra frontale.
La AGFA Clipper in origine forniva 15 negativi di dimensioni 6,5x5,5cm su pellicola 116. Sebbene questo formato di pellicola non venga più prodotto, la fotocamera è ancora perfettamente fruibile poichè in pochi semplici passi è possibile installare i comuni rullini di formato 120.
 
 

Nessun commento:

Posta un commento